Quando iniziai a comporre ed applicare sui miei preziosissimi capelli ricci  impacchi pre-shampoo ero abbastanza confusa e  procedevo a tentoni. Non avevo le idee chiare su cosa avessero bisogno i miei capelli ed in che quantità; mi ci son voluti tempo, prove, letture, ricerche e tanta ma tanta pazienza. Ho iniziato molto presto con l’olio d’oliva, è stato il mio primo impacco pre-shampoo.

Col passare degli anni mi son perfezionata. I miei primi impacchi multi ingredienti somigliavano a delle pappette, mettevo a soqquadro la cucina e ricordo puntualmente la delusione di mio padre quando vedeva spalmarmele in testa piuttosto che infornarle ed offrirgli poi una fetta di chissà quale prelibatezza. Oggi i miei ricci non possono fare a meno degli impacchi una volta a settimana.

Per evitarvi la mia stessa confusione iniziale, provo a farvi un po’ di chiarezza riportandovi tutto ciò che c’è da sapere per sugli impacchi per capelli ricci.

Un impacco che si prenda cura dei capelli ricci è composto da sostanze naturali con specifiche proprietà. Applicato per un tempo utile deve donare ai capelli un aspetto sano e curato, deve lasciar traccia del suo passaggio.

Impacchi per capelli ricci – Ricciomatto

Tipi di impacchi

I migliori impacchi per capelli ricci sono quelli composti con le vostre preziose manine 

Impacchi idratanti. Composti da sostanze idratanti, ovvero sostanze che apportano acqua ai capelli e sostanze che mantengono un corretto grado di umidità dei capelli.

Nei migliori impacchi idratanti per capelli ricci non potranno mancare ingredienti idratanti come il gel d’aloe vera, e l’amido di mais. Altre sostanze idratanti sono il miele, alcuni tipi di frutta (mela, kiwi, pesca) e le mucillagini rilasciate dalle preziose erbe ayurvediche (methi, malva, altea) reperibili presso bioprofumerie o farmacie. Le mucillagini non sono altro che sostanze con la funzione di assorbire e trattenere l’acqua rigonfiandosi enormemente. Per comporre un impacco in grado di idratare a dovere i vostri capelli ricci utilizzate un gel, miele e le erbette ayurvediche più adatte alle esigenze dei vostri ricci o della frutta.

Come capire che i capelli ricci sono disidratati?  Niente di più semplice!

Avete presente il tipico aspetto che assumono in estate? Aridi, spenti, con una consistenza simile a quella della paglia al tatto. Noi stesse col caldo abbiamo bisogno di idratarci, figuriamoci i nostri ricci già tendenzialmente secchi. Per fare il pieno d’idratazione vi suggerisco di provare l’impacco idratante con amido di mais!

Impacchi nutrienti. Composti da sostanze più ricche che hanno lo scopo di nutrire, ristrutturare e ricostituire la pellicola lipidica presente sulla superficie dei capelli che li protegge dalla disidratazione e dagli agenti esterni aggressivi e li rende più luminosi.

Oli vegetali come l’olio d’ oliva, cocco, semi di lino, argan, mandorle, ricino, macadamia, amla e qualunque altro purché sia puro, burri come quello di karitè o cacao, frutta (banana) e per un apporto proteico yogurt e uovo. Non vi limitate all’uso di un unico olio, piuttosto create un mix di oli.

Come capire che i capelli ricci hanno bisogno di essere nutriti?  A capelli così esigenti tendenzialmente non basta l’idratazione. Gli oli apportano enormi benefici ai ricci.

Impacchi idratanti e nutrienti. Un toccasana per i capelli ricci. Composti sia da sostanze idratanti che nutrienti, sono dei veri e propri trattamenti curativi.

Le Maschere. Solitamente si acquistano già pronte all’uso. Ce ne sono di valide come la maschera panna e fragola di alkemilla e contengono combinazioni di sostanze idratanti e nutrienti. Si applicano generalmente al posto del balsamo per un tempo di 10 minuti circa.

Quando applicare un impacco? In fase pre-shampoo o post shampoo? Dipende dall’impacco.

Quando applicare un impacco? Pre-shampoo o post shampoo? – Ricciomatto

Gli impacchi nutrienti vanno applicati esclusivamente pre-shampoo perché necessitano un accurato lavaggio. Mi sembra piuttosto logico, immaginate di mettervi un uovo in testa dopo lo shampoo? Fate comunque attenzione a sciacquarlo anche mettendolo prima dello shampoo,  solo acqua fredda altrimenti rischiate di cuocerlo tra i ricci.

Le sostanze nutrienti se non risciacquate correttamente possono formare una pellicola troppo spessa che appesantisce i capelli rendendoli “sporchi” ed unti,  causando la perdita di volume e compromettendo il risultato finale. Gli oli ed i burri oltre che per gli impacchi, sono preziosi alleati per lo styling  o come leave in per riprendere i ricci nei giorni successivi, tuttavia ciò che cambia è la quantità utilizzata, in fase post shampoo è bene non esagerare.  Ciò ha una sua logica dovuta alla diversa funzione che svolgono in fasi così diverse.

Gli impacchi idratanti possono invece essere applicati anche post shampoo.

Gli impacchi nutrienti ed idratanti, contenenti entrambi i tipi di sostanze, vanno applicati pre-shampoo per la presenza degli oli. Questo tipo di impacco è quello che preferisco. Grazie ad esso sto riprendendo i miei ricci duramente provati dall’estate e dalla mia instancabile voglia di mare e sole.

Gli impacchi si applicano a Capelli umidi o asciutti? 

Gli impacchi nutrienti contenenti oli devono essere applicati a capelli umidi. Il risultato che si vuole ottenere è una pellicola protettiva esterna senza intaccare i grassi presenti all’interno del fusto. Dunque applicando gli oli sui capelli umidi, l’acqua funge da barriera che salvaguarda i grassi interni. Al contrario, l’olio, applicato sui capelli asciutti, penetra meglio ma inevitabilmente con il tempo e le continue applicazioni tende a seccarlo.

 

Quali sono i tempi di applicazione?

Quanto tempo tenere in posa un impacco? – Ricciomatto

Da almeno mezz’ora ad oltranza..dipende da voi e dal tempo che avete a disposizione. Consiglio un tempo minimo di mezz’ora per dare a tutti gli ingredienti il tempo di agire.

Care Curly Girls, queste sono delle linee guida per gli impacchi che spero possano esservi utili. Il mondo degli impacchi con le erbette, merita un capitolo a parte. Ricordate che, come tutto ciò che riguarda i capelli ricci, anche la scelta dell’impacco migliore dipende esclusivamente da voi. Valutate lo stato di salute dei vostri capelli, capite di cosa hanno più bisogno in questo momento e poi procedete con le mie indicazioni.

A voi spetta la prima selezione, quella ponderata, ma state pur certe che poi i ricci faranno la seconda, quella empatica. Decidono loro cosa va bene e spesso a me capita che non condividano le mie scelte. Però non mi scoraggio mai perché ormai li conosco, sono estremamente lunatici…eppure sono io quella nata sotto il segno del Cancro.

Se avete altre domande scrivetemi nei commenti e rispondetemi alla newsletter che vi invierò per non farvi perdere gli ultimi post con le soluzioni ai problemi dei capelli ricci!

Ho una grande passione per i capelli ricci che descrivono il mio “modus vivendi” un po’ ribelle. Ricciomatto nasce da questa passione e rappresenta la mia finestra su questo mondo stravagante in cui ti invito ad entrare!

Iscriviti alla newsletter di ricciomatto.it, riceverai consigli per i tuoi capelli via mail ed un regalo esclusivo, il "Manuale per il look perfetto della donna riccia"

Complimenti, ti sei iscritta alla newsletter di ricciomatto.it, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione

Share This