Per la serie: “Le proviamo tutte” voglio parlarvi di birra! Non fatevi strane idee, non vi sto per consigliare  di berci su se i vostri capelli non vogliono saperne di essere dominati (Never Give Up!) piuttosto voglio parlarvi dell’utilizzo della birra per lo styling dei capelli ricci, una tendenza  che sta spopolando tra noi ricce continuamente a caccia di novità e condividere con voi la mia esperienza.

“Ma con tutti i prodotti efficaci che ci sono in commercio perché dovremmo versarci in testa proprio la birra?”

Per quanto deliziosa la birra è ottenuta, mediante un lungo lavoro di produzione, dai quattro semplici elementi  orzo, acqua, luppolo e lievito ed applicata sui capelli fornisce loro protezione e riparazione lasciandoli morbidi ed incredibilmente lucenti. Per lo styling preferite una birra analcolica di qualsiasi marca; io ho utilizzato la Tourtel ( % alcolica < 0,5) in quanto economica e la trovate facilmente nei supermercati. La quantità di birra da utilizzare è proporzionale alla lunghezza della vostra chioma, vi regolerete dopo aver fatto qualche prova.

Non dovrete fare altro che procedere al lavaggio con i prodotti che normalmente utilizzate e poi tamponare lievemente i capelli  con un telo in microfibra, lasciandoli abbastanza ricchi d’acqua.

Addio ricci crespi con lo styling con la birra – Ricciomatto

Come effettuare lo styling dei capelli ricci con la birra?

Giunte in fase di styling, versate la birra in un recipiente o in una tazza e diluitela con acqua. Questo passaggio è molto importante perché applicandola non diluita rischiereste di ritrovarvi i capelli troppo duri, un effetto poco naturale che non a tutte piace, a me in primis ecco perché ho optato per  una diluizione  1:1 ovvero metà quantità di acqua e metà di birra. Immergeteci i capelli dentro, radici e lunghezze (effettuate questa operazione nel lavandino che avrete già tappato) poi procedete a strizzarli e scruncharli ( lo scrunch è un movimento che serve per arricciare i capelli e consiste nel raccogliere le ciocche a partire dalle punte nel palmo della mano  e portarle su verso la radice stringendo la presa). Vi ricordo che essendo uno styling, i capelli non vanno assolutamente risciacquati dopo. Proseguite con la tecnica di asciugatura che più si addice ai vostri gusti in fatto di capelli ricci ed il gioco è fatto!!!

Il mio incontro inusuale con la birra

Ok, vi confesso che inizialmente ero molto scettica, “le birre, specialmente quelle artigianali, preferisco berle e non versarmele in testa” questo è stato il mio primo pensiero ma…cosa non siamo disposte a fare per i nostri capelli ricci???
Così, ovviamente, ho provato. Mi ci è voluta quasi l’intera bottiglia (per via della lunghezza), ho seguito alla lettera la procedura che vi ho esposto e come tecnica di asciugatura ho scelto il plopping più un passaggio finale con phon e diffusore.

L’effetto finale? inizialmente ero entusiasta!  Capelli definiti, lucidissimi e nessuna traccia olfattiva (temevo che qualcuno avvicinandosi a me potesse pensare che fossi reduce da una sbronza), ma francamente ho notato un po’ di secchezza il giorno dopo e ripetendo l’operazione qualche altra volta ho confermato questo aspetto.

Tirando le somme della birra come prodotto di styling per capelli ricci..

Un consiglio che vi do spassionatamente se la natura vi ha dotate di questa chioma ribelle ( che diciamoci la verità un po ci rispecchia ) è quello di non scoraggiavi se un nuovo esperimento, che si tratti di una tecnica di styling per capelli ricci, di asciugatura o la prova di un nuovo prodotto non sortisce subito gli effetti desiderati perché è fondamentale che lo adattiate ai vostri capelli trovando il “vostro giusto equilibrio”.  Ogni riccio è differente, io ed i miei ricci siamo qui per Voi, per indicarvi le procedure ma Voi dovrete ottimizzarle, personalizzarle e condividerle (la condivisione è alla base della crescita che si tratti di capelli oppure no) scrivendomi nei commenti la vostra esperienza.

Armata di tanta pazienza, ho appurato che a me è bastato  sopperire a questa secchezza con qualche impacco pre-shampoo super nutriente a base di oli (i miei preferiti: cocco, oliva e semi di lino) ma soprattutto alternare questo styling con quelli a base di prodotti più consueti come crema, olio o gel. Ragazze ricordate che i nostri capelli detestano le abitudini…e come biasimarli!

Se la secchezza dovesse comunque persistere, aggiungete un po’ di olio alle punte prima di procedere con l’asciugatura.
Non vi resta che provare e… brindare con me, ovviamente a base di birra, ai risultati ottenuti  con questo metodo di styling: capelli lucidi, definiti e senza ombra di crespo per giorni.

Alla salute di tutte le Ricce del mondo!

 

 

Ho una grande passione per i capelli ricci che descrivono il mio “modus vivendi” un po’ ribelle. Ricciomatto nasce da questa passione e rappresenta la mia finestra su questo mondo stravagante in cui ti invito ad entrare!

Iscriviti alla newsletter di ricciomatto.it, riceverai consigli per i tuoi capelli via mail ed un regalo esclusivo, il "Manuale per il look perfetto della donna riccia"

Complimenti, ti sei iscritta alla newsletter di ricciomatto.it, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione

Share This